Archivi tag: IPv6

IPv6: cos’è e perchè.

Oltre a boschi e petrolio, anche i numeri IP stanno finendo. Colpa della Vodafone che regala una fantastica connessione wap sul cellulare a 2 euro, forse perchè a breve anche i paesi del terzo mondo finalmente avranno accesso alla rete; ma stiamo finendo i numeri ip!

Fortunatamente la tencologia docilmente si adatta ai nostri bisogni. L’intelletto umano ha infatti sfornato l’IPv6!

Se con l’IPv4 prima avevamo solo 0,000007 indirizzi per m², tra poco ne avremo 666 mila miliardi di miliardi! Pensate a quanti cellulari dovremmo connettere a internet per far collassare il sistema!

Sintassi e abbreviazioni
Entro il 1/1/2010 dovremo quindi utilizzare regolarmente questo tipo di indirizzi: vediamo di imparare un po’ come sono strutturati.
Ogni indirizzo è composto da 8 parole di 4 cifre esadecimali (8×16 bit) divise dal simbolo ‘:’
4f2b:4f29:af4e:8900:0fad:4f4a:d692:9909
E’ un esempio di indirizzo IPv6 valido (anche se terribilmente lungo).
Il protocollo ci consente però di semplificare la scrittura degli indirizzi.
ad esempio:
4f2b:0000:0000:0fad:0000:4f4a:d692:9909
può avvalersi di tutte e tre le semplificazioni contemporaneamente, diventando:
4f2b::fad:0:4f4a:d692:9909
Eccole in dettaglio:

1) una sequenza di parole “0000” può essere trasformata mettendo semplicemente una parola vuota. Quindi
xxx:0000:0000:0000:xxx
diventa
xxx::xxx
Attenzione: è possibile applicare tale regola una sola volta, altrimenti l’indirizzo non sarebbe più univoco.
infatti
1111::1111::1111:1111:1111
potrebbe tradursi in:
1111:0000:0000:1111:0000:1111:1111:1111
oppure in
1111:0000:1111:0000:0000:1111:1111:1111

2) Se una parola inizia con una serie di 0, tali 0 possono essere omessi:
0032 si trasforma in 32

3) una parola “0000” può essere tradotta in “0

Nella prossima puntata vedremo come installare il protocollo IPv6 su sistema Linux!
Ciao!
Alessandro Lorenzi

Link utili:
· http://www.ipv6.org/

Contrassegnato da tag